Oggi | 22 luglio 2020 21:03

Leonardo, sindacati in allarme per il futuro di Campi

Il ministero dello Sviluppo economico deve dare certezze sul piano industriale della Leonardo di Campi Bisenzio: è quanto chiedono i sindacati, che oggi hanno incontrato la Regione Toscana lamentando una crisi estesa a vari settori dello stabilimento fiorentino, per via di una sorta di un continuo "scippo" del settore spazio a vantaggio della tedesca Ohb e della francese Alenia Space per quanto riguarda i grandi progetti, e per via dell'incertezza sul futuro del progetto Tetra.

«A fronte delle nostre richieste di informazioni su investimenti, prodotti, carichi e occupazione, riceviamo dall'azienda indicazioni solo generiche, non sufficienti», afferma Stefano Angelini (Fiom-Cgil), spiegando che «sono vari i settori che soffrono la carenza di organico e necessitano di risorse per garantire l'innovazione tecnologica e mantenere viva la capacità ingegneristica e produttiva delle linee prodotto, costituite non solo dallo spazio ma anche dalla radaristica, l'optronica e la cybersecurity».