Oggi | 17 giugno 2020 19:38

Turismo, parte campagna di promozione da 6,5 milioni

E' una campagna straordinaria di promozione turistica da 6,5 milioni di euro - declinata su stampa, radio, tv e soprattutto online, su media generalisti e di settore - quella che l'agenzia regionale Toscana Promozione turistica si appresta a far partire (la prossima settimana) per contrastare la crisi del settore causata dall'emergenza Covid e rilanciare il brand 'Toscana'.

La campagna di rebranding, diretta sia al mercato interno che a quello europeo (con un focus sulla generazione Z e sui Millennials), sarà avviata con le risorse già a disposizione, senza alcuna spesa aggiuntiva da parte della Regione.

Questo è stato possibile perché Toscana Promozione turistica ha rimodulato il piano operativo delle attività 2020 da 7 milioni di euro (si veda qui ), riprogrammando tutti gli appuntamenti che a causa dell'emergenza Covid non si sono potuti tenere e liberando risorse per le nuove iniziative online e per la campagna di promozione.

In particolare è stata annullata la partecipazione alle fiere (Itb Berlino, Didacta Messe Stuttgart, Imex Francoforte, City Fair Londra, Atws Adelaide, Sea Trade Miami, National Wedding show Londra); è stata annullata l'organizzazione dell'evento rivolto al segmento lusso Duco Firenze, così come sono stati cancellati i roadshow previsti in Nord Europa e Usa e i workshop per i mercati Giappone e Svizzera. Nel complesso si sono così recuperati 1,5 milioni.

La rimodulazione del Piano operativo delle attività di Toscana Promozione è stata trasmessa l'11 giugno dal direttore Francesco Palumbo alla Giunta regionale, che l'ha approvata il 15 giugno. Ora la partenza della campagna è vicina. Tutti i canali utilizzati dovranno generare traffico verso il sito ufficiale della destinazione toscana www.visittuscany.com, che contiene le offerte commerciali per l'estate 2020 caricate dagli operatori che hanno risposto a una call lanciata dalla stessa agenzia Toscana Promozione. L'idea è che le offerte degli operatori possano così beneficiare del "traffico" generato dalla campagna di branding.

Oltre alla campagna di promozione, Regione e Toscana Promozione - secondo quanto affermato dall'assessore regionale al Turismo, Stefano Ciuoffo - stanno lavorando a un piano di rilancio del turismo che comprende interventi anticrisi a beneficio di tutta la filiera e risorse destinate a campagne di comarketing con le compagnie aeree.

«E' il confronto di queste ore - dice Ciuoffo - il presidente Rossi ha dato la disponibilità a riorientare le risorse in maniera importante verso il turismo e verso il sistema scolastico: in quest'ultimo caso con risorse pluriennali, nel turismo con una "botta" che possa dare uno scossone al sistema. Non ci saranno solo promozione e aiuti alle società o agli aeroporti, ci saranno aiuti a tutta la filiera, a tutti gli operatori di questo settore».

Dal mondo delle compagnie aeree nel frattempo arriva una buona notizia per la Toscana: Ryanair ha annunciato che riprenderà i collegamenti da e per l'aeroporto di Pisa, a partire dal 21 giugno col ripristino dei voli su Bari e Palermo, mentre quello su Catania verrà riattivato dal 23 giugno. Il numero di rotte e la loro frequenza verranno poi incrementati dal 1 luglio, come parte integrante dell'operativo per l'estate 2020, con un totale di 42 rotte. Il ritorno della compagnia irlandese, per il presidente di Toscana Aeroporti Marco Carrai, sarà «uno straordinario acceleratore per favorire l'incremento del traffico aereo presso lo scalo di Pisa, che costituisce per la nostra società un asset strategico di fondamentale importanza».