Oggi | 15 maggio 2020 09:41

Amazon aprirà in autunno un deposito a Pisa

Sarà operativo a partire dal prossimo autunno il nuovo deposito di smistamento di Amazon a Montacchiello, area industriale alle porte di Pisa, che servirà i clienti residenti nelle province di Pisa, Livorno e Lucca. E' il secondo insediamento in Toscana del colosso dell'e-commerce dopo il deposito fiorentino di Calenzano, aperto nel 2017, dove impiega a tempo indeterminato 50 operatori di magazzino e 150 autisti assunti dai fornitori di servizi di consegna. A Montacchiello saranno creati circa 30 posti di lavoro a tempo indeterminato nell'arco di tre anni dall'apertura, ed è previsto che i fornitori di servizi di consegna assumano oltre 70 autisti a tempo indeterminato.

«In un momento difficile come quello che stiamo vivendo - afferma Gabriele Sigismondi, responsabile di Amazon Logistics in Italia - siamo orgogliosi del lavoro che stiamo svolgendo nel consegnare i prodotti di cui i nostri clienti hanno più bisogno e supportare le comunità locali attraverso le donazioni effettuate negli ultimi mesi a sostegno di enti come il Dipartimento della Protezione Civile, la Croce Rossa Italiana e il Banco Alimentare. In questo momento riteniamo ancora più importante l'annuncio di un nuovo deposito di smistamento a Pisa per poter garantire ai nostri clienti un servizio ancora più efficiente».

«Salutiamo con soddisfazione l'arrivo a Pisa di una realtà di portata mondiale come Amazon – dichiara a sua volta il sindaco Michele Conti - che porterà uno sviluppo importante per il nostro territorio in termini di assunzione di personale e di espansione dell'indotto di servizi, collegato all'attività principale dell'azienda come centro logistico di smistamento. Come amministrazione ci impegniamo a sviluppare un lavoro di squadra con tutti i soggetti e le istituzioni presenti sul territorio, affinché l'area produttiva di Montacchiello possa diventare ancora più attrattiva e propositiva in termini di offerta di servizi, dotazioni tecnologiche e infrastrutture strategiche».