Oggi | 14 maggio 2020 16:22

Test sierologico a pagamento, "tetto" a 30 euro

In Lombardia il test sierologico per individuare gli anticorpi da coronavirus fatto in un laboratorio privato (martedì 12 maggio la Giunta regionale ha sdoganato questa possibilità) può arrivare a costare 65 euro. In Toscana - dove la stessa possibilità di fare l'esame privatamente è ammessa nell'ordinanza regionale 54 del 6 maggio (vedi qui ) - le tariffe sono invece calmierate.

Lo assicura la Regione Toscana, che non ha ancora firmato un accordo in tal senso con i laboratori privati (accordo previsto dall'ordinanza regionale), ma ha stretto con loro un gentlemen agreement che prevede il prezzo massimo di 30 euro per l'esame fatto in laboratorio e quello di 35 euro nel caso in cui gli operatori sanitari si spostino in azienda per fare il test ai lavoratori.

E' questa l'ipotesi che più interessa agli imprenditori che vogliono evitare di far entrare negli stabilimenti possibili contagiati, e che non hanno potuto fare accordi diretti con gli ospedali (come ha fatto ad esempio la maison Prada con l'ospedale di Careggi per effettuare il test sierologico a tutti i dipendenti degli stabilimenti toscani, vedi qui ). Ora queste aziende - finora "orfane" dei test - potranno richiederli a "domicilio", al costo massimo di 35 euro per dipendente.

E' quel che ha già fatto per esempio la pelletteria Almax di Scandicci (Firenze), che si è rivolta a Ftcenter e al laboratorio Synlab e da lunedì scorso ha in azienda una clinica mobile (nella foto) con un infermiere che effettua il prelievo di sangue a chi, tra i 270 dipendenti, decide di sottoporsi al test sierologico.

Nel caso in cui l'esito del test sierologico sia positivo o dubbio, l'ordinanza regionale invita a chiamare il numero verde 800 55 60 60 che indirizzerà il cittadino alla struttura in cui effettuare il tampone nasofaringeo: la risposta dovrà arrivare entro 24 ore dal prelievo.