Oggi | 28 marzo 2020 01:58

L'ecommerce Farmaè vola con l'epidemia Coronavirus

L'emergenza coronavirus spinge il business della Farmaè di Viareggio (Lucca), la piattaforma online per la vendita di parafarmaci che da fine luglio è sbarcata sul mercato Aim di Borsa italiana dedicato alle piccole e medie imprese, e che ha appena chiuso il 2019 con risultati in crescita.

L'azienda fondata da Riccardo Iacometti l'anno scorso ha aumentato i ricavi del 51% arrivando a 37,5 milioni, con un margine operativo lordo (ebitda) pari a 1 milione (+56%). Il risultato netto si avvicina al pareggio (-64mila euro). Gli ordini sono stati 815 mila, provenienti da quasi 329mila clienti per un totale di 4,2 milioni di prodotti venduti. Il bilancio è stato approvato dal consiglio di amministrazione presieduto dallo stesso Iacometti.

Anche il 2020 è partito con slancio, visto che l'epidemia Covid-19 ha spinto le vendite online: da febbraio a metà marzo i nuovi clienti sono raddoppiati rispetti allo stesso periodo dell'anno precedente (da 20mila a 40mila) così come le vendite online. «Le previsioni di crescita per l'anno in corso sono, pertanto, ampiamente positive», afferma l'azienda che nel dicembre scorso ha lanciato anche la piattaforma www.beautye.it e aperto il nuovo store Beauty di 270 metri quadrati in Passeggiata a Viareggio.

L'aumento dei ricavi del 51%, realizzato nel 2019, è inferiore a quanto annunciato dall'azienda «per il trasferimento nel nuovo magazzino di Migliarino Pisano - spiega Iacometti - che ha rallentato le vendite tra settembre e ottobre ma che, alla luce del boom dell'ecommerce che abbiamo registrato nelle ultime settimane, è stato un passaggio fondamentale».