Oggi | 25 marzo 2020 18:24

La Regione 'recupera' un fondo per anticipare la Cig

Il problema è sotto gli occhi di tutti: nel caso in cui l'Inps dovesse impiegare troppo tempo a pagare la cassa integrazione ai circa 650mila addetti (stima Irpet) che in Toscana al momento non lavorano più a causa dello stop imposto alle aziende dal Governo per tamponare l'epidemia di coronavirus, chi anticiperà loro queste somme?

In qualche caso lo faranno le stesse aziende, se non sono a corto di liquidità. Agli altri casi - che si stimano numerosi - ci sta pensando la Regione Toscana, che annuncia di aver 'recuperato' un vecchio fondo regionale destinato proprio a questo scopo e utilizzato in passato, che ha ancora risorse disponibili per 1,2 milioni di euro: il meccanismo è quello della garanzia.

Per questo la Giunta regionale ha deciso oggi, 25 marzo, di verificare come poter usare questo fondo, gestito finora da 'Toscana Muove', e di confrontarsi con banche, associazioni di categorie e sindacati per capire quali modifiche apportare per rispondere all'emergenza.

Sul fronte della cassa integrazione in deroga, che è gestita a livello regionale, la Giunta promette che farà di tutto affinché non ci siano ritardi.