Oggi | 25 marzo 2020 14:35

El.En. sospende la produzione in Italia

Il calo della domanda globale e il lockdown italiano causa coronavirus hanno spinto El.En. a sospendere le attività di produzione in tutti gli stabilimenti italiani del gruppo. L'azienda fiorentina dei laser utilizzerà «tutte le misure di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da Covid-19, previste dal Decreto Legge 17 marzo 2020 n. 18». El.En., in quanto fabbricante (anche) di dispositivi elettromedicali, rientra peraltro nel novero delle aziende produttrici "essenziali" che non sono sottoposte a chiusura in base al Dpcm del 22 marzo.

Oltre che in Italia, dove rimane attiva l'attività di servizio ai clienti e ai presidi sanitari, le attività produttive sono state sospese in Francia; l'attività è svolta solo da remoto in Brasile, e in Germania è stato ridotto l'orario di lavoro, mentre le fabbriche cinesi del gruppo El.En. sono tornate tutte pienamente operative, compreso lo stabilimento di Wuhan.

«Negli ultimi giorni - afferma l'azienda - con l'evolversi dello scenario globale, si è verificata una repentina ed inattesa alterazione della domanda. Sul mercato italiano per effetto dell'interruzione forzata delle attività dei nostri clienti del settore estetico e medicale (con esclusione degli ospedalieri) e del rallentamento di tutte le attività in generale, incluse quelle manifatturiere. All'estero, i provvedimenti di chiusura delle attività commerciali e produttive che si stanno susseguendo nei nostri principali Paesi di esportazione, tra gli altri Usa, Germania, Francia, Spagna, hanno causato la sospensione di una parte degli ordini in corso».