Oggi | 21 marzo 2020 01:46

Sanità contro il virus, aumentano le donazioni

Il mondo dell'economia e della finanza in Toscana risponde all'emergenza Coronavirus anche con iniziative benefiche a supporto del sistema sanitario. Banche, fondazioni, ma anche mondo imprenditoriale, cooperativo, e sportivo si stanno mobilitando per rafforzare la dotazione degli operatori della sanità, donando macchinari fondamentali come i respiratori, o dispositivi diventsti improvvisamente complessi da reperire come le mascherine.

La macroarea di Ubi Banca che raggruppa Toscana, Umbria e Lazio, ad esempio. ha stabilito di donare 500mila euro all'Istituto Spallanzani di Roma. Ma si muovono anche banche più piccole come le Bcc: Banca Alta Toscana ha donato 6 respiratori, per un valore di oltre 100.000 euro, ai reparti di terapia intensiva degli ospedali di Prato, Pistoia ed Empoli, mentre il Banco Fiorentino ne dona tre agli ospedali di Borgo San Lorenzo, Santa Maria Annunziata a Firenze, ed Empoli; ChiantiBanca ha stanziato 30.000 euro a favore della Fondazione Santa Maria Nuova Toscana Centro e del Policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena.

Fondazione Cr Firenze ha stanziato 1,2 milioni di euro per l'acquisto di respiratori e di attrezzature sanitarie, e 500.000 euro per l'acquisto di mascherine. La Fondazione CariPt ha deciso di stanziare risorse per l'acquisto di 20 ventilatori polmonari, per un importo complessivo di 610mila euro: la strumentazione sarà distribuita presso gli ospedali della provincia di Pistoia. La Fondazione Cassa di Risparmio di Prato ha messo a disposizione 300mila euro per sostenere l'attività dell'ospedale Santo Stefano di Prato, con l'acquisto diretto di macchinari e presidi ospedalieri.

Ha superato quota 500.000 euro la campagna 'Forza e cuore' lanciata dalla Fiorentina sulla piattaforma gofundme.com. La Fondazione Noi Legacoop Toscana, che raccoglie le maggiori cooperative toscane operanti in diversi settori, ha donato sette ecografi per un valore di 140mila euro: i macchinari saranno utilizzati negli ospedali per i pazienti contagiati dal Coronavirus, per individuare la polmonite interstiziale senza bisogno di raggi. La multinazionale Wolters Kluwer, che ha acquisito la lucchese Tagetik nel 2017, ha donato otto letti "multicare" di terapia intensiva all'Asl Toscana nord ovest per gli ospedali dell'ambito territoriale di Lucca. Il brand di moda Patrizia Pepe ha annunciato una donazione e l'attivazione di una raccolta fondi a favore dell'Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi.