Oggi | 20 marzo 2020 17:24

Sciopero nel commercio per limitare le aperture

Un pacchetto di 16 ore di sciopero, da declinare sui territori provinciali in modalità che i sindacati territoriali decideranno: è il primo frutto dello stato d'agitazione dei lavoratori del commercio dichiarato a livello regionale da Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil. A Firenze sarà astensione dal lavoro per tutte le ore che eccedono dalla fascia oraria 8-19 e per la giornata di domenica 22 marzo: l'iniziativa, prevedibilmente, si farà sentire di più nel settore della grande distribuzione.

«Occorre responsabilità e ridurre orari e aperture», dichiarano i sindacati, che chiedono più sicurezza per i lavoratori, e si rivolgono ad associazioni di categoria, prefetto e Regione Toscana. Le loro richieste «hanno visto in questa fase alcune aziende raccogliere le nostre sollecitazioni, anticipando l'orario di chiusura serale e chiudendo la domenica ed altre decidere, ad oggi, di non prevedere alcuna riduzione e neppure alcuna chiusura domenicale», dicono i confederali, cosa che può portare a «un sovraffollamento nei punti vendita che rimarranno aperti, con evidenti e gravi problemi di contagio».