Oggi | 19 marzo 2020 19:16

Gara bus, Ratp vince l'ultima battaglia al Tar

Il Tar della Toscana potrebbe aver scritto la parola fine del lungo contenzioso in sede amministrativa che ha accompagnato la gara regionale per il Trasporto pubblico locale e la sua assegnazione. Il Tribunale ha infstti respinto il nuovo ricorso di Mobit, presentato nell'ottobre dell'anno scorso, contro l'aggiudicazione ad Autolinee Toscane (gruppo Ratp) deliberata con decreto dirigenziale della Regione numero 6585, datato 19 aprile 2019 e pubblicato in data 3 maggio 2019.

Secondo una recente delibera della giunta regionale, il nuovo contratto di servizio con l'affidamento a lotto unico regionale ad Autolinee Toscane avrà efficacia dal 1 giugno 2020 al 31 maggio 2031, con firma del contratto di servizio che veniva definita imminente, almeno prima dell'esplosione dell'emergenza coronavirus. «Siamo in un momento estremamente complicato - commenta l'assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli - servirà tanto senso di responsabilità da parte di tutti. Sono certo che gli attuali gestori non faranno mancare la propria collaborazione: non possiamo permetterci troppi ritardi perché i cittadini toscani e i lavoratori del settore hanno aspettato abbastanza».

Ceccarelli esprime comunque soddisfazione per quanto deciso dal Tar: «E' una sentenza limpida, e non c'è molto da commentare: come abbiamo sempre detto, a vincere devono essere i cittadini. Questa sentenza è l'ennesima dimostrazione che la Regione ha fatto le cose per bene e nel rispetto delle leggi». Ora, conclude l'assessore, «la firma del contratto, per la quale siamo quasi pronti, e poi gli atti necessari per il passaggio dei beni che consentono l'esercizio del servizio».