Oggi | 11 febbraio 2020 17:42

Accordo Regione-Ministero, 5 milioni contro lo smog

Cinque milioni di euro per l'accordo di programma sul miglioramento della qualità dell'aria in Toscana siglato da Regione e ministero dell'Ambiente, che prevede lo stanziamento di risorse e specifiche misure attuative del Piano regionale del 2018. Fra le misure che la Regione si impegna ad attuare contro lo smog, si va dalla limitazione della circolazione per alcune autovetture e veicoli commerciali diesel al divieto di utilizzo dei generatori di calore alimentati a biomassa con una classe di prestazione emissiva inferiore a "3 stelle", con incentivi per la loro sostituzione; dal potenziamento nelle aree urbane delle infrastrutture per la mobilità ciclo-pedonale all'incentivazione dell'uso del trasporto pubblico locale, fino alla piantumazione di specie arboree utili per la riduzione dell'inquinamento atmosferico.

«Sono molto contento di firmare questo accordo», ha affermato in occasione della firma il ministro Sergio Costa, secondo il quale per «incominciare strutturalmente a fare qualcosa di serio» sulla qualità dell'aria «non lo fai da solo come Ministero, non lo fai da solo come Regione, ma tutti insieme: Ministero, Regione, Comuni. Se mettete insieme questi soggetti vuol dire che questi denari non vanno nelle casse della Regione per rimanere fermi, ma vanno nelle tasche dei cittadini».

«E' l'inizio di una collaborazione importante sui temi dell'ambiente», ha dichiarato il governatore Enrico Rossi, spiegando che «il ministro mette a disposizione 4 milioni, noi aggiungiamo un altro milione, e l'obiettivo è intervenire nelle due aree, la piana di Lucca e quella di Firenze fino a Prato e Pistoia, dove ci sono problemi di qualità dell'aria». Insieme a questo, ha aggiunto, «mettiamo altri cinque milioni di fondi europei che andranno a bando per le piantumazioni, quindi già sono 10 milioni; in più ci stiamo predisponendo per attingere ad altri fondi nazionali che sono stati messi a disposizione con la Finanziaria, sempre finalizzati al miglioramento della qualità dell'aria».