Oggi | 6 febbraio 2020 17:52

Menci potenzia gli stabilimenti e punta all'estero


Il gruppo Menci di Castiglion Fiorentino (Arezzo), leader europeo nella produzione di semirimorchi e cisterne, aumenta il capitale sociale di 1,5 milioni, attingendo alle riserve di bilancio, e investe in tecnologia per sviluppare i tre stabilimenti.

Il piano di interventi messo a punto dalla famiglia Menci (detiene il 67%) e dai soci Panizzolo e Zorzi vale più di due milioni che serviranno soprattutto per potenziare la sede di Castiglion Fiorentino (con un robot per la saldatura e un ulteriore impianto fotovoltaico sul tetto), e che si aggiungono ai dieci milioni investiti nel triennio 2017-2019.

«L'aumento di capitale - spiega in una nota il direttore generale Massimo Menci - rappresenta un passaggio necessario a seguito della crescita e dell'ampliamento del gruppo: le nuove risorse finanziarie porteranno altri investimenti in ricerca e sviluppo, nella partecipazione alle fiere e nel miglioramento degli stabilimenti con un'attenzione al benessere dei dipendenti e alla tutela dell'ambiente».

Per Menci il 2019 è stato l'anno dell'acquisizione (in maggio) della Acerbi di Castelnuovo Scrivia (Alessandria), produttore di cisterne per gpl, e si è chiuso con un leggero incremento di fatturato - +1% arrivato a sfiorare gli 80 milioni - che è considerato un dato positivo vista la flessione del mercato (le vendite di veicoli per il trasporto su strada hanno segnato -8,8%).

Il gruppo aretino l'anno scorso ha venduto circa 2.000 semirimorchi e 180 cisterne per mangimi e per gpl. Per quest'anno prevede una crescita del 10% spinta dall'export, che oggi vale il 20%: si punta allo sbarco in nuovi Paesi con prodotti innovativi e al consolidamento dei Paesi in cui il gruppo è già presente attraverso l'ottimizzazione dei servizi.

«Questi obiettivi - afferma l'azienda - saranno perseguiti anche con la partecipazione alle più importanti fiere dedicate ai trasporti su strada, che permetteranno di presentare le migliorie apportate ai veicoli che trovano espressione nelle nuove casse tonde per cava-cantiere e nella nuova cassa quadrata per il trasporto di cereali».