Oggi | 24 gennaio 2020 19:04

Jsw chiede 4 mesi di proroga per il piano industriale

Jsw Steel Italy ha inviato ai firmatari dell'accordo di programma per Piombino la richiesta di una proroga - quattro mesi in più - per presentare il piano industriale per il rilancio delle acciaierie ex Lucchini. Il colosso indiano avrebbe dovuto presentare oggi il piano, secondo quanto emerso la settimana scorsa dal tavolo riunitosi al ministero dello Sviluppo economico.

La notizia è stata accolta con rabbia da Fim, Fiom e Uilm, che lamentano «una prospettiva di totale incertezza» per i lavoratori «a causa delle responsabilità di soggetti che non rispettano gli impegni sottoscritti», annunciando «assemblee in fabbrica per organizzare un'iniziativa pubblica da svolgersi la prima settimana di febbraio». Per il sindaco di Piombino Francesco Ferrari la richiesta di rinvio «è inaccettabile: l'azienda prova a tenere in scacco le istituzioni e, di conseguenza, una città intera», per cui adesso è «il momento di avere il coraggio di smarcarsi dai ricatti dell'azienda, di cambiare strategia pretendendo conseguenze certe per il mancato rispetto degli impegni».