Oggi | 24 gennaio 2020 16:29

Carrara vende Tubicom a una joint lombarda


Passa di mano Tubicom, piccola azienda della zona industriale di Mugnano (Lucca) - 3,7 milioni di fatturato 2019 e sette dipendenti - fondata dalla famiglia di industriali cartari Carrara, che dal 1993 produce tubi in cartone per il settore tissue (carta per uso igienico e domestico).

La famiglia Carrara ha ceduto il 100% a una joint venture formata dalla comasca Moba Eurotubi, specializzata nella produzione di tubi in cartone, e da Icp-Industria Cartaria Pieretti, azienda di Marlia specializzata nei cartoncini riciclati che fa capo (80%) al gruppo lecchese Cartiera dell'Adda.

La joint, afferma un comunicato, «beneficerà dell'impiego sinergico di esperienze e know-how specifici finalizzati al consolidamento del progetto Tubicom». Il piano di sviluppo prevede il mantenimento dello stabilimento a Lucca, cuore del più importante distretto europeo della carta.

Per Daniele Molteni, amministratore delegato di Moba Eurotubi, «l'acquisizione di Tubicom potenzia la presenza dell'azienda sul territorio italiano, ora articolata su tre siti produttivi: a Montorfano in provincia di Como, a Sessano del Molise, in provincia di Isernia, e a Lucca, in Centro Italia». Nel complesso le tre sedi utilizzano 65mila tonnellate di cartoncino per tubi, hanno 160 addetti e una superficie coperta di 30mila metri quadrati.

Roberto Molteni, nuovo amministratore di Tubicom, annuncia «miglioramenti organizzativi, rivolti in particolar modo all'ammodernamento tecnologico e logistico dello stabilimento, per renderlo performante a livello delle sedi di Como e Isernia».

«Siamo molto soddisfatti - aggiunge Tiziano Pieretti, ad di Industria Cartaria Pieretti - di prendere parte a questo importante progetto imprenditoriale, strategico per lo sviluppo della nostra azienda. L'esperienza, il know-how e la profonda conoscenza del mercato del tissue fanno sicuramente di Icp il partner ideale per sviluppare una strategia di crescita nel settore».