Oggi | 14 gennaio 2020 17:49

Marine della Toscana all'estero in cerca di affari

Marine della Toscana in cerca di investitori, per appartamenti e posti barca, e con lo sguardo rivolto all'estero anche per accrescere i flussi turistici. Sarà il Boot di Dusseldorf (18-16 gennaio) la prima tappa ufficiale del tour internazionale di promozione del consorzio nato per promuovere in modo unitario le marine e i porti della regione sui principali mercati esteri. Il consorzio andrà a proporsi anche sul mercato del Medio Oriente intervenendo al Dubai international boat show in programma a marzo (dal 10 al 14) negli Emirati Arabi Uniti.

Il tour promozionale è stato illustrato oggi dall'assessore regionale alle attività produttive e al turismo Stefano Ciuoffo, insieme al presidente del Consorzio e ad di Marina Cala de' Medici Matteo Italo Ratti ed al direttore generale del consorzio Pietro Angelini. Marine della Toscana sarà poi presente anche agli appuntamenti internazionali, ospitati in Toscana, la prossima primavera: Yare, evento business B2b dal 18 al 20 marzo a Viareggio, e, sempre a Viareggio, il Versilia Yachting Rendez-vous (28-31 maggio). La strategia di internazionalizzazione prevede, inoltre, l'apertura temporanea di uno show-room dedicato allo Yacht club in occasione del Monaco Yacht Show di Montecarlo (23-26 settembre).

Sempre in ambito turistico il progetto PortArgentario, che raggruppa 15 comuni toscani e l'Autorità portuale regionale, ha ottenuto il riconoscimento di 'Best Italian Cruise Destination 2019', miglior destinazione crocieristica italiana, premio assegnato ogni anno dall'associazione internazionale Clia. Nel 2019, nei due porti di arrivo sul promontorio del Monte Argentario, hanno fatto scalo 20 navi da crociera medio-piccole e circa 150 superyacht: per la stazione 2020 sono al momento previste 24 navi da crociera.

«Il lavoro di supporto della Regione in questo ambito - ha ricordato Ciuoffo - è partito nel marzo 2019 con la realizzazione di una attività di incoming dedicata al turismo nautico per promuovere il territorio dell'Argentario e della Maremma ed i servizi dedicati. Attraverso l'invito di un selezionato numero di operatori, charter broker e comandanti in grado di indirizzare le scelte di un alto numero di imbarcazioni, sono stati coinvolti 50 soggetti provenienti da Italia ed Europa».