Oggi | 6 gennaio 2020 16:10

Pitti Uomo porta 1.200 marchi a Firenze

Si alza il sipario sulla 97esima edizione di Pitti Uomo, la più importante fiera al mondo di moda maschile che da domani, 7 gennaio, a venerdì 10 vedrà esporre alla Fortezza da Basso di Firenze le collezioni per l'autunno-inverno 2020-2021 di 1.203 marchi, di cui 540 esteri (il 45%). Attesi più di 35mila visitatori, di cui circa 24mila compratori in arrivo da più di 100 Paesi. Per Firenze, e per l'indotto di strutture ricettive, ristoranti, commercio, è il più importante evento internazionale dell'anno.

Tra i marchi italiani presenti al salone, circa 140 sono toscani tra i quali Roy Roger's che in Fortezza presenta il nuovo jeans sei tasche e poi inaugura il negozio fiorentino, trasferito da via Calimala a via della Vigna Nuova; Daniele Fiesoli che festeggia i 20 anni di attività nella maglieria con la riedizione del progetto upcycledcashmere sul riutilizzo del cachmere, avviato diversi anni fa quando ancora pochi parlavano di green e di riciclato. E ancora Us Polo Assn, brand sportswear prodotto su licenza dalla pistoiese Incom, che presenta il bomber che si riscalda attraverso la ricarica power bank e la tecnologia Uspa Rpw che rende la felpa in jersey traspirante, leggera, resistente all'acqua e al vento; e il profumiere Sileno Cheloni che presenta il nuovo modo di creare un profumo personalizzato, cui è dedicato anche lo spazio Ol'Factory che apre in via san Niccolò.

L'inaugurazione del salone si terrà, come avviene ormai da qualche anno, in Palazzo Vecchio, domani mattina alla presenza del leder di Confindustria Vincenzo Boccia, del sottosegretario Ivan Scalfarotto, del presidente di Pitti Immagine e di Confindustria Moda Claudio Marenzi e del presidente Ice, Carlo Maria Ferro. Nel cartellone della fiera anche tante presentazioni, sfilate, eventi, mostre.