Oggi | 7 dicembre 2019 08:58

Edilizia scolastica, arrivano 95,7 milioni dalla Cdp

Cassa Depositi e Prestiti ha stipulato con la Regione Toscana un contratto per la concessione di un prestito, con oneri a carico del bilancio dello Stato, di 95.7 milioni di euro per il finanziamento di interventi relativi alla costruzione, ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento sismico, efficientamento energetico di 15 edifici scolastici nelle province di Lucca, Pisa, Grosseto, Livorno e Arezzo.

Le risorse saranno erogate da Cdp a Comuni e Province tramite la concessione di mutui, sulla base di graduatorie di priorità predisposte da queste ultime e rientranti nella programmazione nazionale. Gli oneri di ammortamento, conclude la nota, saranno a carico dello Stato e, grazie a specifiche modalità di erogazione, i beneficiari finali potranno utilizzare le risorse senza impatto sul proprio patto di stabilità interno.

«La Toscana - osserva l'assessore regionale all'istruzione Cristina Grieco - è la prima Regione scelta dal Miur a ricevere il finanziamento, che rientra nell'ambito del programma di edilizia scolastica 2018-2020 e fa riferimento all'annualità 2018. Dopo un anno e mezzo di totale stallo, al nuovo ministro all'istruzione Fioramonti abbiamo da subito chiesto, come Regione coordinatrice a livello nazionale, la massima attenzione per il tema dell'edilizia scolastica e la massima urgenza per rendere disponibili i fondi che consentano agli enti proprietari di iniziare i lavori già nei prossimi mesi».