Oggi | 2 dicembre 2019 20:26

Cft riparte, accordo al tavolo regionale

L'assemblea dei soci di Cft ha approvato il bilancio 2018 e ha avviato la nuova governance dell'azienda, che sta cercando di ripartire dopo la crisi generata dai debiti accumulati con Fisco e fornitori: inoltre è stata accolta la richiesta avanzata dalle organizzazioni sindacali all'azienda di far fronte, con un cronoprogramma definito, al pagamento delle spettanze arretrate ai lavoratori in forza (e non) alla cooperativa fiorentina della logistica.

Il verbale di accordo siglato oggi al tavolo della Regione da aziende, sindacati e associazioni datoriali arriva dopo l'accoglimento da parte del Tribunale e dei creditori, il 4 novembre scorso, del piano di ristrutturazione del debito. «Il confronto sul piano industriale e di risanamento della cooperativa - afferma la Regione - proseguirà in sede sindacale, ferma restando la disponibilità della Regione Toscana di riconvocare il tavolo su richiesta di una delle parti ovvero di entrambe».

Per quanto riguarda la richiesta sindacale sul pagamento della quarta tranche di aumenti previsti dal contratto nazionale Cft, pur confermando di voler trovare una soluzione che consenta il pagamento totale degli aumenti, ha rimandato la soluzione un tavolo specifico da tenersi in azienda nei prossimi giorni. Gianfranco Simoncini, il consigliere per il lavoro del governatore Enrico Rossi, ha espresso «apprezzamento per il nuovo quadro, che può restituire, con piena libertà di manovra, all'economia toscana un protagonista importante».