Oggi | 28 novembre 2019 13:59

Arezzo, accordo industriali-sindacati sulle conciliazioni

Le procedure finora seguite abitualmente ad Arezzo nelle conciliazioni sui rapporti di lavoro individuali diventano "ufficiali" e vincolanti grazie all'accordo firmato oggi, 28 novembre, da Confindustria Toscana sud, delegazione di Arezzo, e sindacati provinciali Cgil, Cisl, Uil.

L'accordo, uno dei primi siglati a livello territoriale, impegna i conciliatori designati dalle organizzazioni sindacali e da Confindustria Toscana sud a gestire il tentativo di conciliazione secondo procedure che diano garanzia di «un adeguato livello di informazione sulle previsioni normative e sui potenziali diritti che il lavoratore o il datore di lavoro potrebbero far valere, nonché sulle modalità di agire per la tutela di questi diritti, rendendo così pienamente edotte e consapevoli le parti».

Soddisfazione è stata espressa da tutti i firmatari. «L'accordo conferma la validità di un sistema di relazioni sindacali improntato al confronto e al dialogo, teso a risolvere le problematiche in maniera efficace e a individuare strumenti realmente utili, ciascuno per il proprio ruolo di competenza», afferma Alessandro Tarquini, responsabile della delegazione di Arezzo di Confindustria Toscana sud.

«L'accordo è importante perché afferma il primato della contrattazione rispetto a quello esclusivamente legislativo», dicono i sindacati sottolineando le condizioni critiche dell'industria provinciale e la necessità di dare risposte.