Oggi | 27 novembre 2019 18:14

L'outlet di Barberino vale 142 milioni per la Toscana

La ricaduta del Barberino Designer Outlet, che attualmente occupa una superficie di 27.000 mq con 130 negozi, è di oltre 45 milioni di euro sul sistema economico locale, con un impatto di 142 milioni sull'economia toscana. Lo afferma uno studio di Prometeia presentato in Consiglio regionale della Toscana con una iniziativa a cui hanno preso parte, fra gli altri, il presidente dell'assemblea toscana Eugenio Giani e il vicepresidente di Confindustria Firenze Lapo Baroncelli.

Secondo lo studio, ogni euro speso nell'outlet di McArthurGlen genera ulteriori 2,3 euro di valore sul territorio regionale: il Pil generato è pari allo 0,1% della città metropolitana. All'interno del sistema economico locale si sostengono complessivamente 497 unità di lavoro che valgono il 2,3% del totale dell'occupazione. L'occupazione che viene sostenuta complessivamente in Toscana ammonta a 1.276 unità, lo 0,15% degli occupati dell'economia regionale. «In particolare il nostro centro sostiene il lavoro femminile e giovanile, il 71% degli occupati sono donne e oltre il 60% ha un'età inferiore ai 35 anni», ha sottolineato Maria Chiara Bellomo, direttrice dell'outlet, spiegando che la struttura attrae «il 6% dei turisti che dormono almeno una notte a Firenze e provincia, con una penetrazione pari a 8,3% su Unione Europea e 4,7% sui turisti long haul».

«Venti anni fa - ha ricordato Giani - fu siglato l'accordo al ministero del Lavoro perché la realtà della Super Rifle che dava lavoro a 400 persone nell'area del Mugello, non potendo andare avanti, si riconvertisse in questo grande centro commerciale. Oggi questa realtà da un punto di vista architettonico si presenta in armonia con l'ambiente così bello e particolare del Mugello, e da un punto di vista dei numeri serve un'area addirittura di 5,5 milioni di persone, con una prospettiva di sviluppo che può dare ossigeno all'economia della zona».