Oggi | 21 novembre 2019 14:21

Aeroporto di Firenze, area rent-a-car tutta nuova

Riqualificata e rinnovata, l'area rent-a-car a servizio dell'aeroporto di Firenze è stata inaugurata oggi dai vertici di Toscana Aeroporti insieme al Comune di Firenze, l'associazione di categoria dell'autonoleggio Aniasa, e al consiglio d'amministrazione Corporacion America Airports, società che attraverso Corporacion America Italia detiene il 62,28% della stessa Toscana Aeroporti.

Il parcheggio, collegato al terminal con una navetta dedicata, dispone ora di 460 posti auto, 135 stalli per stoccaggio auto, uno stallo bisarche e 5 postazioni sosta per i taxi. Un edificio interamente ristrutturato ospita attività di accoglienza e informazione, mentre fuori si trovano le cabine check-in delle compagnie di autonoleggio per la riconsegna auto, e un locale che ospiterà a breve un bar caffetteria. L'opera di rigualificazione ha visto anche il recupero di un'area verde con nuovi alberi piantumati.

«In nessun altro posto d'Italia si affittano macchine a medio e lungo termine così come nell'aeroporto di Pisa e di Firenze, ed era quindi doveroso offrire una sede più dignitosa», ha sottolineato Marco Carrai, presidente di Toscana Aeroporti, che si è detto fiducioso per l'udienza del prossimo 28 novembre al Consiglio di Stato sul progetto di potenziamento con la nuova pista, e ha rivolto un appello alla politica in prospettiva 2020: «Ci auguriamo che chiunque governerà la regione nei prossimi anni abbia come punto di riferimento la voglia di potenziare le infrastrutture».

In giornata è anche stata presentata ufficialmente una nuova associazione a favore della nuova pista da 2.400 metri: l'associazione "In Pista!" nasce per dare voce agli abitanti attualmente sorvolati dai velivoli che atterrano al Vespucci, che risiedono principalmente nelle zone di Brozzi, Peretola e Quaracchi. «Si tratta di 20mila abitanti sorvolati - ha spiegato Gualberto Carrara, presidente dell'associazione - i più penalizzati sono i 2.000-3.000 che si trovano nel cono d'atterraggio. Ma a 400 metri da qui ci sono una scuola e un asilo, non ci sono solo abitazioni».