Oggi | 20 novembre 2019 13:56

Gb Invest fa tris di acquisizioni in Toscana

La holding austriaca Gb Invest acquisisce il 75% del gruppo immobiliare Finedil di Viareggio, conosciuto soprattutto in Versilia per la realizzazione di residenze, alberghi e uffici di pregio, titolare del 50% dell'hotel Principe di Piemonte (nella foto). E' la terza operazione in Toscana del gruppo austriaco leader nello sviluppo di software e nuove tecnologie (con Logispin Group) che - dopo aver ceduto nel 2018 la controllata GoldBet per 265 milioni - ha investito in operazioni immobiliari: nell'ultimo anno ha acquisito il progetto di riconversione della ex centrale Enel di Piombino e la riqualificazione dell'ex ospedale militare San Gallo di Firenze.

L'acquisizione di Finedil, fatta da Gb Invest tramite la controllata Savogno Investments, si è realizzata rilevando un portafoglio di crediti unsecured e secured single name per un valore di 66 milioni vantati dal sistema bancario nei confronti del gruppo immobiliare. Per il liquidatore del gruppo Finedil, Riccardo Cima, questo accordo, unitamente al piano che sarà presto alla firma dei creditori, «conduce al risanamento di Finedil, consentendo così la piena valorizzazione del patrimonio immobiliare del gruppo».

Gb Invest conferma così - afferma un comunicato - la «sua vocazione all'investimento e allo sviluppo nel settore immobiliare sia residenziale che turistico-ricettivo sul territorio italiano». In ambito immobiliare, Gb holding è attivo in Italia attraverso Stigliano srl, società preposta al recupero e alla valorizzazione di immobili storici, e San Nicola Srl.