Oggi | 13 novembre 2019 18:11

Cappuccio console onorario di Indonesia

Jacopo Cappuccio, avvocato fiorentino, 52 anni, è il nuovo console onorario della repubblica di Indonesia per la regione Toscana ed Emilia Romagna. Sposato dal 2005 con l'indonesiana Malina Andryani, conosciuta a Firenze, ha scoperto un Paese e un mondo di cui si è innamorato.

E che ora promette di far conoscere ai toscani: «Sono in pochi - afferma Cappuccio - a rendersi conto delle potenzialità per gli scambi commerciali che ha l'Indonesia, alla guida delle dieci nazioni dell'Asean (l'associazione dei Paesi del sudest asiatico): oltre 600 milioni di abitanti e una forza economica in forte e costante crescita (si pensi al Brunei, al Vietnam, a Singapore, alla Malesia oltre alla stessa Indonesia). Oltretutto queste realtà rappresentano una via d'accesso privilegiata alla Cina».

La città indonesiana di Yogyakarta, tra l'altro, ha chiesto ufficialmente di gemellarsi con la città di Firenze, spiega Cappuccio, per aprire non solo flussi turistici ma anche rapporti economici. «Agroalimentare, pelle, moda, mobili, yacht sono i settori in cui poter operare», dice il console onorario. Tra le aziende del Paese asiatico presenti in Toscana c'è Masol Continental che ha investito più di 50 milioni per un impianto biofuel a Livorno.

Le relazioni diplomatiche tra Indonesia e Italia sono di lungo corso: pochi giorni fa sono stati celebrati a Jakarta i 70 anni delle relazioni tra i due Paesi con un concerto della star internazionale Anggun - che nel 2016 ha ricevuto le "chiavi" della città di Firenze - con i giovani cantanti della Fondazione Pavarotti. Sempre sul fronte culturale, a Firenze si svolge il Festival del cinema di Indonesia, di cui si è da poco conclusa la sesta edizione.