Oggi | 8 novembre 2019 16:21

Caputi presidente di Federterme: «Serve formazione»

Massimo Caputi, manager della società di investimenti Feidos che due anni fa ha rilevato insieme col fondo americano York Capital le Terme di Saturnia, in Maremma - hotel e piscine tra le più conosciute al mondo, con 100 anni di storia - è stato designato alla presidenza di Federterme, l'associazione nazionale aderente a Confindustria che riunisce le principali strutture termali italiane. L'elezione è fissata per il 4 dicembre.

Caputi, che è stato consigliere di amministrazione di Banca Monte dei Paschi, ha partecipato stamani 8 novembre, come relatore, alle assise degli industriali senesi che fanno parte di Confindustria Toscana sud (Arezzo, Siena, Grosseto), all'Accademia musicale Chigiana , e ha indicato la priorità assoluta del settore: «Il vero problema è la formazione - ha detto -. Oggi l'Italia, e in particolare la Toscana, non è in grado di rispondere alle esigenze del turismo, dai profili più bassi a quelli alti. E infatti i nostri figli e nipoti riempiono le scuole svizzere che svettano in questo campo. Non è possibile che noi, su 200 dipendenti, abbiamo 80 persone che vengono da fuori regione. Non si trova neppure un bagnino che parla inglese, per non dire della Spa manager che abbiamo dovuto prendere in Austria».

Da presidente di Federterme, dunque, Caputi ha intenzione di chiedere al Governo «un piano di formazione qualificato per il settore turistico e termale: non i soliti istituti alberghieri o corsi per fisioterapisti che non servono a nulla».