Oggi | 6 novembre 2019 14:19

Appello Uiltucs per la concertazione nel commercio

In Toscana si può aprire un "laboratorio" per la concertazione nel mondo del commercio: questa la volontà comune che emerge dal convegno "ContrattiAmo -Lavoriamo insieme invece che uno contro l'altro", promosso oggi a Firenze da Uiltucs Toscana, a cui hanno partecipato i rappresentanti di Confcommercio, Confesercenti, Ancc (l'associazione delle cooperative di consumo) e Comune di Firenze.

«Nei momenti particolarmente difficili, e questo certamente lo è - afferma Marco Conficconi, segretario generale della Uiltucs Toscana - le soluzioni alle sempre più numerose e quotidiane problematiche che sfiancano il mondo del lavoro, si sono trovate quando gli attori del settore hanno saputo seriamente ritrovarsi per dialogare ed ascoltarsi. In una sola parola: per concertare. Quella concertazione che alcune forze politiche e non solo, hanno negli ultimi anni cercato di demonizzare, e la cui mancanza ci ha portato a questo clima di scontro continuo, spesso anche su banalità».

«Sperimentare un percorso relazionale comporta cambiamenti significativi, un sindacato più unitario e imprese aperte al dialogo», ha affermato, nell'introduzione ai lavori, la giuslavorista Silvia Colombo, secondo cui «non basta lavorare insieme: per sindacati e organizzazioni aziendali è necessario lavorare uniti, soprattutto per scongiurare il verificarsi di situazioni di dumping contrattuale e difendere i diritti, ormai acquisiti da parte dei lavoratori, e che sono stati messi in discussione dai contratti di prossimità».