Oggi | 5 novembre 2019 18:36

Il 2019 di Piaggio fa sorridere Colaninno

«Nel 2019 abbiamo fatto molto più di quello che ci eravamo detti avremmo fatto un anno fa: di più come risultato, di più in termini di tecnologia, di più come presenza globale, partendo sempre da Pontedera». Lo ha affermato Roberto Colaninno, presidente e amministratore delegato del gruppo Piaggio, oggi alla fiera Eicma (Esposizione Internazionale Ciclo Motociclo e Accessori) di Milano, dove l'azienda ha presentato il nuovo Piaggio Medley 150 (nella foto) e la nuova Aprilia Rs 660.

Nei primi nove mesi dell'anno Piaggio ha registrato ricavi per 1.200,5 milioni di euro, in crescita del 9,8% rispetto allo stesso periodo del 2018, con un margine lordo industriale pari a 363,7 milioni di euro, in progresso dell'8,8%. L'Ebitda è cresciuto del 13,8% attestandosi a 188,8 milioni, con una marginalità sui ricavi del 15,7%, «il miglior risultato mai registrato nel periodo dalla quotazione in Borsa», sottolinea il gruppo di Pontedera.

«Sapevo - ha spiegato Colaninno - che l'Italia gode della grande forza del Made in Italy nel mondo, e noi ci muoviamo anche per capire quale sarà il futuro nei prossimi decenni; ma per intercettare la domanda dobbiamo capire anche cosa cerca il cliente». In questa prospettiva, ha aggiunto il patron di Piaggio, «il brand deve creare emozione», mentre invece «la sfida del futuro la vincerà la tecnologia che risolve i problemi, con la mobilità che è un problema sempre più essenziale».