Oggi | 29 ottobre 2019 18:27

Cavalli diventa araba, via libera del Tribunale

Il Tribunale di Milano ha omologato l'accordo di ristrutturazione del debito (ex art. 182 bis) della maison di moda Roberto Cavalli, presentato dall'azienda all'inizio di agosto.

Adesso - secondo quanto riferito dall'azienda - il provvedimento sarà iscritto nel registro Imprese della Camera di commercio di Milano e, decorsi 15 giorni, il 100% delle azioni Roberto Cavalli passerà alla Vision Investment di Dubai, controllata dal magnate Hussain Sajwani fondatore del gruppo di real estate Damac Properties.

Il gruppo arabo era già in affari con Roberto Cavalli, chiamato a curare l'interior design del primo Aykon hotel sulla Dubai Marina e a "firmare" col marchio Just Cavalli alcune ville che Damac sta costruendo a Dubai.

L'omologa da parte del Tribunale apre la porta al rilancio della maison, che ha dichiarato di voler investire 160 milioni per pagare i debiti e rilanciare l'azienda. I 200 lavoratori, impiegati nelle sedi di Firenze e Milano, ora aspettano il piano industriale.