Oggi | 17 ottobre 2019 21:31

Integrativo alla Lilly anche per i somministrati

Primo accordo integrativo aziendale per il triennio 2020-22 alla Eli Lilly di Sesto Fiorentino: l'intesa si applicherà non solo agli 800 dipendenti, ma anche agli oltre 100 lavoratori somministrati, con l'estensione del welfare aziendale e dei percorsi di stabilizzazione. Si racchiudono così in un solo accordo tutte le precedenti intese che regolamentano a livello aziendale le relazioni sindacali, l'occupazione, il sistema di welfare, i premi di produttività, l'organizzazione del lavoro e la formazione.

L'accordo rafforza il bonus aggiuntivo per gli operatori con livelli di inquadramento più bassi e introduce per i lavoratori in somministrazione un criterio di preferenza in caso di assunzioni. Viene inoltre istituito un sistema di formazione a distanza su canali digitali aperto a tutti i dipendenti, così da favorire, sostiene l'azienda, una fruizione quanto più libera possibile e contribuire, al contempo, allo sviluppo delle competenze tecnologiche dei lavoratori.

«Siamo soddisfatti dell'intesa raggiunta - affermano Filctem Cgil e Nidil Cgil Firenze - perché testimonia la volontà comune di costruire, attraverso lo strumento principe della contrattazione, sempre maggiori tutele e opportunità in favore di tutti i lavoratori che operano in Eli Lilly Italia».