Oggi | 13 settembre 2019 23:37

«Firenze sia più accogliente per le imprese giovani»

«Il vero Rinascimento di Firenze è quello che abbiamo davanti, e passa dai giovani talenti, dalla capacità di valorizzare il nuovo: per questo abbiamo bisogno di un territorio più accogliente per la nuova attività imprenditoriale». Luigi Salvadori, presidente della Fondazione Cr Firenze e di Confindustria Firenze, ha accolto così i ragazzi che hanno partecipato alla seconda edizione de 'Il Giardino delle Imprese', scuola di cultura imprenditoriale promossa dalla Fondazione Crf e da Fondazione Golinelli di Bologna con Ied Firenze e Ufficio scolastico regionale per la Toscana, che quest'anno ha avuto per tema la sostenibilità ambientale.

I gruppi vincitori del contest - i quali hanno presentato il progetto di un 'bracciale-bottiglia' contro lo spreco della plastica negli spettacoli dal vivo, un navigatore 'salvabuche' per i ciclisti e una app per donare o ricevere oggetti ingombranti evitando così che diventino rifiuti - riceveranno un premio in denaro (da 3mila a 5mila euro) e saranno seguiti da un tutor per sei mesi, da ottobre a marzo presso il Murate Idea Park, così da poter realizzare il loro progetto. 'Il Giardino delle imprese' si inserisce «nella politica della Fondazione - dice Salvadori - di aiutare i giovani nella costruzione di un'identità formativa nuova e originale che cerca di generare un cambiamento di rotta nel percorso che li accompagna al lavoro, oltre che nella individuazione degli studi superiori».