Oggi | 12 settembre 2019 13:10

Menarini assume (per la prima volta) un Ad

Una governance internazionale, separata dagli azionisti. Il gruppo farmaceutico Menarini di Firenze accelera sull'assetto manageriale e - dopo l'ingresso nel giugno 2018 di un presidente esterno, Eric Cornut - ora si dota, per la prima volta, di un amministratore delegato.

Il ruolo che finora non esisteva nell'organigramma della più grande azienda farmaceutica a capitale italiano - 3,66 miliardi di ricavi 2018, 400 milioni di ebitda e 17.600 dipendenti - viene affidato a Elcin Barker Ergun, turca, ingegnere, proveniente dalla Merck Healthcare dove era direttore New Business con base a Boston. La manager vanta una carriera lunga 20 anni nel settore farmaceutico nelle aree business, finanza e ricerca a livello locale e globale.

Gli azionisti di Menarini, i fratelli Lucia e Alberto Giovanni Aleotti, spiegano in un comunicato l'ingresso dell'amministratore delegato come coronamento di «un percorso di rafforzamento della governance che abbiamo iniziato qualche anno fa con l'obiettivo di rendere la nostra azienda più internazionale e accelerare la crescita».

Già all'atto dell'ingresso di Cornut (ex Novartis), i fratelli Aleotti avevano annunciato di volere un gruppo più grande in tempi rapidi, sviluppando nuove aree di business e di ricerca, prima fra tutte l'oncologia.

Elcin Barker Ergun è arrivata oggi, 12 settembre, nel quartier generale di Firenze: «Menarini è un'azienda stimata a livello internazionale per la sua dinamicità e attenzione al paziente - afferma -. È un onore poter dare il mio contributo nell'affrontare le nuove sfide della ricerca e guidare l'azienda verso ulteriori espansioni geografiche».