PROMO PA | 7 settembre 2019 10:31

La Toscana fra un mese a Lubec 2019

Oltre alla Regione Toscana, rappresentata dalla vicepresidente Monica Barni , sono 10 le città e gli enti toscani che parteciperanno alla XV Edizione di LuBeC 2019, dedicata al Patrimonio culturale e alla sostenibilità tra pubblico e privato, che si svolgerà a Lucca il 3-4 ottobre 2019.

Numerosi focus tematici: il territorio lucchese che con la Fondazione Giacomo Puccini e la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca sarà protagonista con il Comune di Lucca di un importante workshop dedicato alla promozione dell'immagine delle città attraverso la valorizzazione della musica e delle tradizioni musicali, mentre, sul fronte dell'innovazione tecnologica applicata ai beni culturali, il Polo Tecnologico lucchese ha organizzato un seminario sulle tecniche di gamification come strumento di attrazione dei giovani verso il patrimonio culturale.

Si parlerà invece di sostenibilità turistica, valorizzazione culturale e city branding il 4 ottobre mattina nel workshop promosso dalla Rete delle Città della Cultura, al quale prenderanno parte il sindaco di San Gimignano Andrea Marrucci e l'assessore alla cultura della città di Livorno Simone Lenzi, alla vigilia delle importanti celebrazioni del Centenario della morte di Amedeo Modigliani.

Ance Toscana e Ordine degli architetti saranno invece presenti con due workshop sui temi della rigenerazione urbana e della riqualificazione del patrimonio immobiliare e storico, rivolti alle aziende e agli operatori economici che vogliono crescere nel mondo delle costruzioni di elevata qualità e durabilità. Non mancherà infine una riflessione sulla scuola e sul ruolo dei giovani per la cultura, alla quale parteciperà l'Ufficio Scolastico Territoriale di Lucca e Massa Carrara.

Al centro del dibattito sarà la stagione riformatrice e i nuovi indirizzi del Mibact, che ritorna sotto la guida di Dario Franceschini, all'insegna del nuovo accorpamento del dicastero del turismo e di quello dei beni culturali, due filiere strategiche per il made in Italy che necessitano di politiche integrate e sinergiche.

Annalisa Giachi