Oggi | 6 agosto 2019 15:23

Ondata di maltempo, arrivano i primi fondi

La giunta regionale ha approvato lo stanziamento di 1,9 milioni di euro per coprire le spese di somma urgenza richieste dai Comuni, sulla base delle norme regionali, dopo l'ondata di maltempo del weekend del 27 e 28 agosto. Ammontano in tutto a 2 milioni e mezzo di euro le spese di somma urgenza rilevate, ovvero gli interventi necessari a ripristinare le situazioni di sicurezza dopo i nubifragi. A questi si sommano gli interventi urgenti per ridurre i rischi futuri: la spesa ipotizzata è di 15 milioni di euro.

In tutto sono 46 i milioni di danni stimati per privati e imprese. Le prime stime effettuate dai Comuni parlano di circa cinquemila famiglie coinvolte e perdite per 15 milioni. Nel mondo produttivo, è soprattutto l'agricoltura a chiedere aiuto: 24 milioni di euro di danni in tutta la regione, di cui 14 milioni ad Arezzo e altri dieci dal senese e l'Amiata grossetana, fino ai comuni vitivinicoli di Montaione, Montespertoli e Castelfiorentino. I danni a negozi, alberghi ed imprese produttive si stimano al momento in 7 milioni.

Dopo la dichiarazione dello stato di emergenza regionale «va avanti anche la richiesta di emergenza nazionale - annuncia l'assessore regionale all'ambiente e protezione civile Federica Fratoni - ed abbiamo contatti quotidiani con il capo dipartimento Borrelli, ma nel frattempo abbiamo voluto mettere a disposizione delle imprese colpite strumenti che possano dare loro una boccata d'aria, come il microcredito fino a 20.000 euro da rimborsare in 10 anni senza interessi. Una misura specifica riguarderà le imprese agricole, per le quali è previsto un fondo che dá la possibilità di accedere tramite Fidi Toscana a garanzie rilasciate dalle banche da 25.000 euro a 160.000 euro».

«Se sarà accolta la nostra richiesta di emergenza nazionale - rileva l'assessore regionale al territorio, Vincenzo Ceccarelli - questa consentirebbe anche rimborsi per i privati fino a 5.000 euro e per le imprese fino a 20.000. Ed inoltre aprirebbe delle procedure di urgenza, con la nomina di un commissario, come nel caso di Livorno, quando venne nominato il presidente della Regione Rossi».

Ed è stato inaugurato ad Arezzo uno sportello straordinario di Fidi Toscana, presidio voluto dalla Regione Toscana per agevolare la richiesta di microcredito garantito da parte delle imprese che hanno subito danni. Lo sportello sarà aperto al pubblico nei giorni 6-8-22-29 agosto con orario 10-13 e 14-16. Un ufficio analogo è aperto a Empoli, attivo sempre in agosto il giovedì dalle 9 alle 13.