Oggi | 6 agosto 2019 11:31

Carrara entra nel nuovo polo portuale di F2i

C'è anche il porto di Carrara nella nuova holding Fhp creata da F2i (Fondi italiani per le infrastrutture) per riunire le proprie società del comparto, dopo l'acquisizione di Porto di Carrara Spa dall'armatore Enrico Bogazzi e dalla cooperativa Ciclat finalizzata due mesi fa. Presidente del consiglio di amministrazione di Fhp è stato nominato Umberto Masucci, presidente nazionale del Propeller Club e vicepresidente della Federazione del Mare, già presidente mondiale dell'Associazione Agenti Marittimi e membro del cda dei porti di Napoli, Castellamare e Salerno.

«Le infrastrutture portuali - ha commentato Renato Ravanelli, amministratore delegato di F2i - costituiscono uno snodo strategico per la competitività e l'economia nazionale: sono certo che Fhp sarà in grado di cogliere le opportunità di crescita di un settore ancora frammentato». L'obiettivo dichiarato è creare un campione nazionale a controllo e gestione italiana, che garantisca anche la neutralità d'accesso a infrastrutture strategiche quali i porti. Secondo Masucci, dunque, «abbiamo ora la grande sfida di replicare nel settore portuale i successi ottenuti da F2i negli aeroporti italiani».

Pdc Spa, coi suoi tre terminali (Marina di Carrara, più Marghera e Chioggia in Veneto), aveva chiuso il 2018 con 59 milioni di euro di fatturato e circa 5 milioni di tonnellate di rinfuse solide movimentate, operando nell'approvvigionamento di alcune delle principali filiere industriali italiane. Attraverso i terminali del gruppo passano infatti la maggior parte degli approvvigionamenti siderurgici per i distretti di Brescia, Verona e Vicenza; i cereali destinati alla trasformazione nei distretti industriali alimentari della Pianura Padana; e il marmo e le pietre destinate ai distretti lapidei di Carrara e Verona. Non solo: Porto di Carrara e le sue controllate Multiservice e Transped operano come poli portuali polispecialistici e piattaforme logistiche, come avviene per l'assemblaggio e movimentazione di grandi moduli per Bhge nell'area di Carrara.