Oggi | 20 luglio 2019 00:18

Piombino, via alle domande per insediarsi nel porto

L'aveva annunciato un mese fa come una "rivoluzione" - nuove regole per la concessione delle banchine del porto di Piombino - e ora quella rivoluzione sta per partire: l'Autorità portuale del Mar Tirreno settentrionale ha pubblicato l'avviso che invita gli operatori interessati a presentare manifestazioni di interesse per le nuove aree del porto di Piombino. La scadenza è il 9 settembre prossimo. Entro il 2 agosto devono pervenire le richieste di sopralluogo, obbligatorie ai fini della partecipazione.

Un mese fa il Comitato di gestione aveva approvato l'atto di indirizzo con il quale sono stati fissati i criteri «oggettivi e trasparenti» con cui valutare e eventualmente comparare i diversi progetti di insediamento nei lotti disponibili dello scalo piombinese.

«Per Piombino quella di oggi è una svolta storica - afferma il responsabile del procedimento, Claudio Capuano -. Entro l'anno saremo in grado di avere un quadro chiaro della situazione concessoria del porto e degli imprenditori in campo. Lavoreremo pancia a terra per assegnare i lotti disponibili a chi crede veramente nello sviluppo dello scalo toscano».

Intanto sempre oggi l'Autorità portuale ha insediato un gruppo di lavoro interdisciplinare per la verifica dei piani di impresa dei concessionari e dei programmi operativi dei soggetti autorizzati all'esercizio delle operazioni e dei servizi portuali. Il gruppo fornirà entro il 30 novembre di ogni anno una relazione per ciascuna impresa, con i risultati della verifica annuale e gli elementi necessari per le determinazioni di competenze del Comitato di gestione.