Oggi | 24 maggio 2019 09:33

Al gruppo Menci il controllo della piemontese Acerbi

Menci continua a crescere e diversifica ulteriormente la propria attività, investendo nel trasporto del Gpl. Il gruppo di Castiglion Fiorentino, circa 70 milioni di ricavi, ha acquisito Acerbi ndustrial vehicle che, nata nel 1962 e con sede a Castelnuovo Scrivia (Al), è uno storico marchio italiano nella produzione di cisterne per Gpl e conta su una produzione annua di circa 150 veicoli.

L'operazione è nata dalla volontà di Menci di rafforzare la propria leadership a livello nazionale nel settore delle cisterne e di consolidare ulteriormente l'internazionalizzazione guardando verso nuovi mercati. L'obiettivo dichiarato è quello di dare nuovo slancio all'attività del marchio Acerbi che, facendo affidamento su circa 70 dipendenti, registra attualmente un fatturato estero pari all'80% concentrato soprattutto nei mercati di Nord Africa e Medio Oriente.

Con questa operazione, il gruppo aretino supera la soglia dei 350 dipendenti e dei 2.700 veicoli prodotti, due numeri in costante aumento che lo consolidano come il più importante del settore in Italia. L'acquisizione permetterà al gruppo di proporsi infatti come punto di riferimento per tutte le tipologie di trasporto su strada con i tre marchi Menci, Zorzi e Acerbi. «La diversificazione è una delle basi della crescita del nostro gruppo - spiega Andrea Menci, responsabile vendite, export e comunicazione. - Il nostro guppo riunisce alcuni dei maggiori marchi italiani ed è da tempo leader nazionale nella produzione di semirimorchi e cisterne: con l'acquisizione di Acerbi entra anche nel business dei veicoli per trasporto del Gpl».