Oggi | 24 aprile 2019 23:56

«Cave di marmo, ora rivediamo le sanzioni»

Confindustria Livorno-Massa Carrara «auspica l'avvio di un serio confronto per rivedere il sistema» delle sanzioni relative agli sforamenti nelle escavazioni di marmo nelle cave di Carrara «e renderlo più equilibrato e ragionevole», alla luce delle sentenze del Tar della Toscana sui ricorsi presentati recentemente.

Per l'associazione degli imprenditori «l'apparato sanzionatorio attuale, difeso da Regione e Comune, è stato per buona parte smantellato dal Tar, che ha accolto su due punti decisivi le eccezioni sollevate dalle società ricorrenti». La decisione del Tribunale, secondo Confindustria, «impone di rivedere tutto il sistema sanzionatorio, calibrandolo in modo più ragionevole e proporzionale a seconda delle diverse realtà produttive».