Oggi | 12 aprile 2019 15:30

''InnoVaction Pistoia 2019'' per le Pmi

Fondazione Caript e Intesa Sanpaolo consolidano la partnership per sostenere lo sviluppo del territorio, in particolare delle Pmi. Nasce in questa ottica "InnoVaction Pistoia 2019", iniziativa della Fondazione pistoiese e del gruppo bancario milanese (che ha incorporato da poco Cassa Pistoia), in collaborazione con Confindustria Toscana Nord, Cna Toscana Centro, Confartigianato Imprese Pistoia, Confcommercio Pistoia e Confesercenti Pistoia per sostenere la ricerca e l'innovazione tecnologica, la nascita di startup, l'internazionalizzazione e la crescita delle Pmi.

Sono ammessi alla selezione nell'ambito dell'iniziativa presentata oggi – per la quale Intesa Sanpaolo mette a disposizione la somma complessiva di 580 mila euro – progetti proposti da startup innovative, con un significativo contenuto tecnologico e innovativo, specie nel campo dell'economia digitale, finalizzati alla valorizzazione economica di risultati di ricerca, che adottino soluzioni tecniche e produttive nuove rispetto al mercato di riferimento, che propongano modelli di business orientati all'innovazione sociale e ambientale. La selezione riguarda inoltre programmi di internazionalizzazione e crescita che prevedano l'ampliamento all'estero del mercato di riferimento proposti da Pmi, piccole imprese e microimprese, oltre a progetti volti a rafforzare la loro capacità competitiva.

I soggetti ammessi ai contributi sono startup innovative e Pmi con sede – o che si impegnano a stabilirvela – nella provincia di Pistoia. Ai progetti selezionati sarà corrisposto un contributo non superiore alla misura massima del 70% dei costi. Le domande di contributo dovranno essere presentate entro sabato 4 maggio 2019 inviando a innovactionpt2019@fondazionecrpt.it i moduli compilati e sottoscritti scaricabili su www.fondazionecrpt.it, unitamente alla documentazione indicata nel bando.

«Il nostro territorio da tanti, troppi anni vive una fase di declino - dice Luca Iozzelli, presidente della Fondazione Caript -. È necessario invertire la rotta, avendo la consapevolezza che gli unici veri attori dello sviluppo economico sono le imprese. Con questo progetto ci rivolgiamo a imprese nuove o innovative, a giovani imprenditori che accettino la sfida di proporre progetti concreti e fattibili con la consapevolezza che ormai i mercati hanno una dimensione globale, a imprese già esistenti che si pongano obiettivi ambiziosi di aggredire nuovi mercati».

Per Luca Severini, direttore regionale Toscana e Umbria di Intesa Sanpaolo «l'impegno di Intesa Sanpaolo nell'offrire risorse e competenze per InnoVaction Pistoia testimonia l'importante relazione del gruppo bancario con la Fondazione Caript e conferma, ancora una volta, l'interesse e il supporto che Intesa Sanpaolo da sempre offre al territorio pistoiese, prima con la locale cassa di risparmio, oggi direttamente e attraverso partnership come quella presentata insieme alla Fondazione e alle associazioni di categoria. Noi conosciamo il territorio - dice Severini - e sappiamo che accanto ai settori tradizionali, leader di distretto, stanno crescendo nuovi imprenditori che esprimono una progettualità capace di elevato contenuto tecnologico e innovativo».