Oggi | 11 aprile 2019 18:07

Crescono i ricavi e gli utili di Powersoft

Il primo bilancio presentato dall'approdo in Borsa (sul mercato Aim Italia) da parte di Powersoft, l'azienda fiorentina degli amplificatori compatti, evidenzia numeri positivi: il progetto dei conti 2018 approvato dal Cda registra ricavi consolidati per 35,3 milioni di euro (+8,6%), l'Ebitda consolidato a quota 5,4 milioni (+11,8%) e un risultato netto consolidato di 2,5 milioni (+2,1%).

A spingere i numeri di Powersoft sono stati l'eccellente performance del mercato statunitense (+36%) presidiato da una società controllata, e l'andamento positivo (+6%) in Europa e nell'area Asia Pacific. «Ci attendiamo nei prossimi anni - evidenzia l'amministratore delegato Luca Lastrucci - importanti benefici dal lancio di nuovi prodotti quali la T-series e l'X4L, l'amplificatore più potente del settore, per applicazioni live, come pure dai prodotti Deva e Mover sviluppati per i mercati attigui».

Sulla base dell'andamento dei primi mesi del 2019, sostiene l'azienda, «in assenza di cambiamenti significativi nei trend di settore e di elementi di discontinuità al momento non prevedibili, si ipotizza che il trend di crescita possa continuare anche nel 2019, in linea peraltro con le aspettative del management. Il management è quindi fiducioso che il gruppo possa continuare il percorso in termini di consolidamento sul proprio mercato di riferimento».