Oggi | 4 aprile 2019 18:27

Accordo sindacale siglato per Unicoop Tirreno

Unicoop Tirreno e i sindacati hanno siglato al ministero dello Sviluppo economico un verbale d'accordo che consentirà alla cooperativa di consumo di raggiungere gli obiettivi di riduzione delle perdite nella rete di vendita del Lazio Sud previsti dal Piano Industriale 2018-20. «L'accordo costruito attraverso il duro lavoro di mesi di confronto e raggiunto grazie alla responsabile collaborazione delle rappresentanze sindacali e del prezioso aiuto del Mise», sostiene il direttore generale di Unicoop Tirreno Piero Canova, «consente alla Cooperativa di ristrutturare la rete di vendita concentrando le proprie risorse nelle aree fondamentali per il rilancio delle proprie attività».

In alternativa alla cessione degli 8 punti vendita nel Lazio Sud, la cooperativa procederà con la riorganizzazione della rete vendita attraverso la chiusura dei punti vendita di Pomezia-Via Cavour, Velletri, Frosinone e Aprilia che presentano risultati economici fortemente negativi, e la razionalizzazione dei punti vendita di Colleferro, Genzano e Pomezia-Via del Mare. Per i dipendenti laziali si aprirà una procedura di licenziamento collettivo, con unico criterio di scelta la non opposizione al licenziamento da parte del lavoratore, per favorire la quale è previsto un incentivo all'esodo di 37.000 euro lordi riproporzionato all'orario di lavoro per i part time. Sarà possibile anche il trasferimento in altre sedi di Unicoop Tirreno.

«I dati preliminari del 2018 - ha detto Canova - confermano il miglioramento di tutti gli indicatori economici di Unicoop Tirreno in linea con la previsione del raggiungimento dell'utile di bilancio nel 2019».