Oggi | 30 marzo 2019 00:44

Mps porta i ragazzi a scuola di intelligenza artificiale

Un viaggio alla scoperta dell'intelligenza, intesa come capacità di affrontare e risolvere con successo situazioni e problemi nuovi o sconosciuti, utilizzando un approccio stimolante e partecipativo. E' questo il senso del progetto pensato da Banca Monte dei Paschi di Siena e dall'Associazione italiana per l'intelligenza artificiale (Aixia) che si è svolto a Firenze, nell'ambito del Festival della Cultura Creativa, iniziativa promossa per il sesto anno dall'Abi e rivolta ai ragazzi delle scuole.

Oltre 60 studenti dell'Istituto Superiore Russell-Newton di Scandicci e dell'Istituto Superiore Gobetti Volta di Bagno a Ripoli hanno affrontato il tema delle intelligenze partendo da una visita guidata al Teatro della Pergola, uno dei più antichi e ricchi di storia di tutta Italia, e poi prendendo parte ad un incontro dedicato all'innovazione introdotto da Piero Poccianti, presidente di Aixia, che ha rappresentato le evoluzioni nel campo della ricerca e della diffusione delle tecniche proprie dell'intelligenza artificiale, portando esempi di applicazioni pratiche come la macchina per la risoluzione del cubo di Rubik e una telecamera per il riconoscimento degli oggetti.

«L'obiettivo - sostiene Poccianti - è quello di far riflettere e comprendere cosa sia l'intelligenza artificiale e come le sue applicazioni potranno cambiare il nostro modo di lavorare, di imparare, di relazionarci considerando anche gli impatti significativi che stanno già avendo sull'economia e su molti altri aspetti della nostra vita. Siamo convinti sia importante che le giovani generazioni si approprino di questa cultura per dirigere gli sviluppi verso il benessere delle persone e del pianeta che ci sostenta».

«La Banca - afferma Dimitri Bianchini, general manager area Toscana di Bmps - ha il dovere di promuovere lo sviluppo e la crescita responsabile delle nuove generazioni, affiancandosi alle istituzioni deputate come catalizzatore di culture e creatività sul territorio, contribuendo ad accrescere la consapevolezza e le capacità espressive dei giovani per investire sul loro futuro». Banca Mps ha sviluppato cinque progetti diversi a Genova, Padova, Firenze, Roma e Salerno per coinvolgere gli studenti con laboratori didattici e iniziative orientate alla creatività e alla sensibilizzazione delle capacità espressive tramite l'esperienza diretta.