Oggi | 14 marzo 2019 17:18

Crescono tutti i numeri di Toscana Aeroporti


Marco Carrai, presidente di Toscana Aeroporti, dice che «il 2019 sarà un anno storico» per gli aeroporti toscani, con il potenziamento degli scali di Pisa e Firenze. Ma già i numeri del 2018, approvati dal consiglio d'amministrazione insieme ai conti dell'esercizio, parlano di risultati record.

Il sistema aeroportuale toscano ha superato per la prima volta la soglia degli 8 milioni di passeggeri (+3,7%), con nuovi record di traffico in entrambi gli scali: 5,5 milioni di passeggeri (+4,4%) per lo scalo di Pisa, 2,7 milioni di passeggeri (+2,3%) per quello di Firenze. Anche i risultati economici sono in significativo miglioramento: ricavi a 131,9 milioni di euro (+9,2%), Ebitda a 35,8 milioni di euro (+18,8%), utile netto a 14,6 milioni di euro (+38,3%).

L'indebitamento finanziario netto, a 28,2 milioni di euro, è sostanzialmente in linea ai 28,5 milioni del 31 dicembre 2017. Il rapporto debt/equity risulta pari a 0,24. All'assemblea degli azionisti, convocata per il 29 aprile (30 aprile in seconda) sarà proposto un dividendo di 0,70 euro per azione (+31,8% rispetto a 0,531 euro del 2017) con un payout del 95%. Pagamento del dividendo a partire dall'8 maggio 2019 mediante lo stacco della cedola n. 13 il 6 maggio 2019 (record date il 7 maggio 2019).

«I risultati del 2018 sono particolarmente positivi sia in termini di crescita dei passeggeri, con il sistema aeroportuale toscano che per la prima volta ha superato la soglia degli 8 milioni di passeggeri, sia in termini economici, con tutti gli indicatori in crescita - dice il presidente Carrai -. Ci prepariamo ad affrontare con grande entusiasmo il 2019 che rappresenterà un anno storico per gli aeroporti toscani: prenderanno infatti il via i lavori per l'ampliamento del terminal di Pisa e quelli per la realizzazione della nuova pista e del nuovo terminal di Firenze: due progetti che rivoluzioneranno completamente la capacità e l'offerta di Toscana Aeroporti con prospettive di crescita particolarmente importanti».