Oggi | 13 marzo 2019 15:01

Fondi per il Terzo settore dei Comuni montani


Ai comuni montani della Toscana andranno 770mila euro per realizzare 23 progetti annuali e due pluriennali, su un totale nazionale di 11 milioni che il Governo ha destinato a sostegno delle attività commerciali e per consentire di implementare servizi a favore del terzo settore.

I due progetti pluriennali, presentati da Unione Comuni montani del Casentino (Capofila) con i Comuni di Castel San Niccolò, Poppi e Chiusi della Verna; e da Unione Comuni del Valdarno (Capofila) con i Comuni di Rufina, Londa e San Godenzo, riceveranno ciascuno 100mila euro di finanziamento. Gli altri 23 progetti, invece, avranno un finanziamento di 25mila euro che, solo nel caso di Monterotondo Marittino, scende a 20mila euro.

I fondi, che arrivano dal Fondo integrativo per i comuni montani, sono stati stanziati con un decreto firmato dai ministri per gli Affari regionali e le Autonomie, Erika Stefani, dell'Interno, Matteo Salvini e dell'Economia e delle finanze, Giovanni Tria.

«Si tratta di un aiuto concreto per incentivare le piccole imprese locali - dice il titolare del Viminale -. Tra gli obiettivi, intendiamo aumentare anche i servizi di trasporto che possono rivelarsi un volano per le attività commerciali».

I comuni destinatari dei finanziamenti sono quelli classificati come interamente montani, secondo l'elenco Istat. I progetti finanziabili riguardano lo sviluppo socio-economico delle aree per contrastare l'abbandono delle aree montane; in particolare incentivando le offerte commerciali comprendenti servizi diversi, le attività di consegna a domicilio e l'implementazione dei servizi di trasporto.