Oggi | 13 marzo 2019 17:53

Dalla Regione 1,4 milioni alle imprese di informazione

Il settore editoriale continua a soffrire e, come annunciato nei mesi scorsi , la Regione scende in campo per riproporre gli aiuti economici che già in passato hanno contribuito a tamponare la crisi delle imprese di informazione locali.

Il bando che destina 1,4 milioni di contributi a tivvù, radio, quotidiani e periodici con diffusione online, stampa periodica regionale, agenzie di stampa quotidiana via web è stato pubblicato oggi, 13 marzo, sul Bollettino ufficiale regionale. Le domande potranno essere presentate online dal 12 aprile al 22 maggio corredate di progetti finanziabili fino all'80% delle spese sostenute.

I progetti (di valore compreso tra 50mila e 200mila euro) possono andare dalla tutela del lavoro e dell'occupazione dei giornalisti e degli altri operatori dell'informazione all'attivazione di percorsi formativi connessi ai mutamenti del sistema dei media, fino all'innovazione organizzativa e tecnologica.

«In questo modo – afferma l'assessore al bilancio Vittorio Bugli – il governo regionale ha mantenuto l'impegno preso per accrescere il livello di competitività e innovazione delle imprese editoriali e sostenerle in un momento di particolare difficoltà, nonché per promuovere il diritto dei cittadini all'informazione».

Il bando, frutto anche del confronto con l'Associazione stampa Toscana e l'Ordine dei giornalisti, mette a disposizione dell'informazione locale 1,420 milioni di euro. Prevede requisiti di ammissibilità riferiti agli organici, alla regolarità previdenziale e alla presenza di una redazione in Toscana.