Oggi | 25 febbraio 2019 01:23

Firenze, regolamento urbanistico ''promosso'' dal Tar


Primo semaforo verde del Tar della Toscana al regolamento urbanistico del Comune di Firenze, così come modificato dalla variante approvata il 15 ottobre 2018 : è stata infatti respinta la richiesta di sospensiva avanzata dalla magistratura amministrativa Italia Nostra, secondo cui la variante dà «la più ampia libertà nelle opere di trasformazione su quasi metà dell'edificato storico del territorio comunale, arrivando a prevedere perfino la demolizione e la ricostruzione delle architetture in forme diverse da quelle originarie».

Le norme impugnate, sostiene invece il Tar nell'ordinanza, «da un lato continuano a limitare in modo sostanziale le trasformazioni degli immobili di interesse storico architettonico e documentale siti nel centro storico della Città e dall'altro costituiscono un necessario adeguamento alle novità normative ed ai consolidati orientamenti giurisprudenziali in materia di interventi sul patrimonio edilizio esistente».

Soddisfatto l'assessore comunale all'urbanistica Giovanni Bettarini (nella foto): «Il Tar Toscana ha confermato il valore di tutela delle norme che abbiamo introdotto con la variante. Non c'è alcun rischio per il patrimonio storico-architettonico della città. Abbiamo approvato uno strumento che mantiene intatta, anzi aumenta, la tutela del patrimonio edilizio di pregio di Firenze, rendendo più certe e chiare le norme per cittadini e operatori. Siamo molto soddisfatti».