Oggi | 7 febbraio 2019 15:57

Sanzo: «In Toscana stadi fatiscenti»

Salvatore Sanzo, presidente del Coni Toscana, interviene sul tema degli impianti sportivi, in particolare degli stadi per il calcio, e sulla situazione poco incoraggiante sia a livello nazionale che regionale. «Dispiace constatare che in Toscana non esiste un'eccellenza a livello di infrastrutture sportive per il calcio - dice Sanzo -. Città come Livorno, Pisa o Pistoia dispongono di stadi fatiscenti e desueti. Dispiace anche vedere una piazza storica e appassionata di calcio come Firenze che non riesce dopo tanti anni a trovare un'intesa per la realizzazione di un progetto definitivo che porterebbe solo vantaggi a tutti, agli spettatori-tifosi e al territorio».

Il problema, purtroppo, è nazionale e Sanzo lo sottolinea: «Riguardo alle infrastrutture sportive, e in particolare agli stadi, l'Italia è un Paese ancora arretrato rispetto al resto d'Europa dice -. Lo conferma l'ottava posizione nella classifica basata sul rapporto che intercorre tra numero di abitanti e spettatori degli eventi calcistici di prima fascia. Considerando che l'età media degli stadi italiani di serie A e B è di 66 anni, c'è ancora molto da lavorare e da investire su uno sport capace di creare spettacolo, business e occasioni di socializzazione ma solo se supportato dalla sensibilità dei club e dalle politiche collaborative delle istituzioni locali. Lo diciamo da anni ma niente cambia».