Oggi | 7 febbraio 2019 16:53

Duco porta a Firenze l'offerta turistica di qualità

L'ospitalità italiana di lusso si mette in mostra a Firenze, tutta insieme, per i consulenti di viaggio di lingua inglese, i travel advisor che consigliano e vendono destinazioni deluxe.

L'evento-workshop 'Duco travel summit', organizzato dall'imprenditrice brasiliana del luxury travel Carolina Perez, torna nel capoluogo toscano per il secondo anno consecutivo (dal 1 al 5 aprile 2019 in varie location) e farà incontrare 150 operatori italiani, in gran parte hotel cinque stelle (da Four Seasons a Le Sirenuse, da Belmond a Rosa Alpina, da Jk a Lungarno), con un centinaio di travel advisor provenienti da Stati Uniti, Canada, Regno Unito, Australia e Nuova Zelanda.

Per Firenze è un'occasione importante per promuovere il segmento del turismo di lusso. «Anche per questa seconda edizione fiorentina di Duco, Convention Bureau sarà Host destination partner dell'evento, supportando così gli organizzatori nelle relazioni con le istituzioni del territorio», afferma l'ente fiorentino guidato da Italo Romano che nel 2018 ha gestito più di 300 richieste di convention, eventi corporate, congressi e servizi sul territorio, lavorando in partnership con Firenze Fiera e le istituzioni locali.

Proprio Firenze Fiera segnala che gli eventi congressuali ospitati nei propri spazi l'anno scorso (in tutto 137) sono stati in linea col 2017, anche se il fatturato della divisione congressuale della società fieristica è cresciuto del 5,2% arrivando a 6,2 milioni.

«La città di Firenze si conferma tra le mete più attrattive a livello internazionale - afferma Firenze Fiera - ed è stata inserita le prime cinque destinazioni italiane richieste per congressi ed eventi corporate». Tra gli appuntamenti più importanti ospitati nel 2018 c'è WorldVentures, convention annuale di una delle più grandi aziende di marketing specializzata in viaggi e turismo (oltre 6000 partecipanti provenienti da tutto il mondo).