Oggi | 6 febbraio 2019 14:38

Nuovo accordo Floramiata-Enel green power


Energia, calore e sviluppo sostenibile: il responsabile della geotermia di Enel green power, Luigi Parisi, e l'amministratore delegato di Floramiata, Marco Cappellini, hanno firmato un addendum all'accordo per la cessione del calore geotermico da parte di Enel alla grande azienda floricola dell'Amiata.

La nuova intesa, alla cui stipula era presente anche il sindaco di Piancastagnaio Luigi Vagaggini, prevede che ai 150mila MWh termici annui forniti fino ad oggi a prezzi vantaggiosi (circa 10 volte meno rispetto al costo dei combustibili fossili) si aggiungano ulteriori 25mila MWh termici annui alle stesse condizioni, per un totale di 175mila MWh termici annui, che consentiranno a Floramiata di proseguire nella politica di sviluppo e crescita in termini di produzione e occupazione intrapresa con il nuovo corso negli ultimi anni. Alla firma del nuovo accordo sono intervenuti anche Massimo Montemaggi ed Emiliano Maratea per Enel e il direttore di Floramiata Enrico Barcella.

Floramiata, con più di 27 ettari di serre riscaldate, costituisce uno dei complessi serricoli più grandi d'Europa con oltre 100 dipendenti a cui si aggiungono addetti stagionali in costante crescita. Complessivamente, il riscaldamento delle serre di Floramiata attraverso il calore geotermico consente un risparmio di circa 50mila tonnellate all'anno di anidride carbonica. A Piancastagnaio, inoltre, grazie all'accordo firmato tra Enel green power e Amministrazione comunale nell'ottobre 2017, partiranno a breve i lavori per la realizzazione del teleriscaldamento residenziale nel capoluogo comunale, mentre sta entrando in funzione il teleriscaldamento costruito a Casa del Corto per circa 15 unità che si aggiungono a quelle già fornite in località La Rota.