Oggi | 1 febbraio 2019 16:51

«Inso è operativa, presto la gara per rilanciarla»

Sono in corso le procedure per arrivare in tempi rapidi alla gara per reperire un nuovo acquirente per Inso (gruppo Condotte) e superare così l'attuale fase di commissariamento. E' quanto hanno comunicato Alberto Dello Strologo, uno dei commissari straordinari di Inso, e Luca dal Fabbro, direttore generale dell'azienda, al tavolo convocato dalla Regione Toscana con le Rsu e i sindacati, spiegando che al momento «esistono già diverse dichiarazioni di interesse» per l'azienda.

I vertici della società, secondo quanto riferisce la Regione, hanno affermato che Inso è operativa e ha acquisito negli ultimi tempi nuovi contratti per opere in tutto il mondo, fra cui il nuovo aeroporto della Martinica. A fronte delle richieste della Regione e del sindacato è stato ribadito l'impegno a far sì che la vendita mantenga l'unitarietà dell'azienda e la centralità del polo fiorentino. Per cercare di superare le difficoltà a recepire le fideiussioni necessarie a far fronte ai contratti in essere e futuri sarà fissato un incontro con Fidi Toscana.

Al termine della riunione del tavolo tecnico c'è stato un ulteriore confronto con Arti (l'agenzia per il lavoro della Regione Toscana), azienda e sindacati, in vista di un accordo per la Cig straordinaria prevista per le aziende sottoposte ad amministrazione straordinaria, che dovrà essere firmato in sede ministeriale visto il coinvolgimento di lavoratori operanti in altre regioni.

In parallelo alla riunione, i lavoratori hanno dato vita a un presidio indetto dai sindacati confederali di categoria davanti alla presidenza dell Regione. «L'obiettivo - Stefano Angelini (Fiom-Cgil) - resta accelerare il percorso per arrivare alla vendita dell'azienda e per rilanciare questo gioiello del nostro territorio».