Oggi | 23 gennaio 2019 15:43

Dalla Regione nuove risorse per Massa Carrara

E' stata approvata dalla Giunta regionale la delibera che destina 4,6 mln di euro a favore dei protocolli di insediamento per l'area di crisi industriale di Massa Carrara. Queste risorse danno attuazione all'accordo di programma firmato a novembre 2017 tra Mise, Regione Toscana e Invitalia a sostegno dell'area di crisi non complessa di Massa Carrara. La somma servirà anzitutto per lo scorrimento ulteriore della graduatoria ancora attiva dei protocolli di insediamento approvata nel 2016. E, qualora ci fossero risorse residue dopo lo scorrimento, saranno utilizzate per la presentazione di domande sempre per lo stesso strumento agevolativo per la stessa area di crisi industriale.

Lo stanziamento regionale va a sommarsi ai 5 mln già trasferiti al Mise (che ne ha stanziati ulteriori 5,4) per l'attivazione del bando previsto dalla legge 181/89, ai 150 mila euro per il distretto tecnologico Marmo Imm S.p.a., nonchè all'importo di 6 mln mediante gli strumenti agevolativi finanziari (fondo rotativo per prestiti, creazione d'impresa e microcredito) e il bando a sostegno dell'internazionalizzazione delle Pmi.

A questo bando, come ricorda una nota della Regione, si affianca quello del Mise da 9 mln per accedere ai finanziamenti per i progetti di reindustrializzazione dell'area di crisi di Massa Carrara. Si tratta dell'importo ancora disponibile dei 10,4 i milioni, tra fondi regionali e ministeriali, previsti dall'accordo di programma firmato nel novembre del 2017 e confluiti su un primo bando generale sempre del Mise per interventi in base alla legge 181. Quello aperto ora, per il quale si potranno presentare le domande a partire dal 15 febbraio 2019, è invece esclusivamente dedicato all'area apuana.

«Continua in questo modo - afferma l'assessore regionale alle Attività produttive, Stefano Ciuoffo - l'impegno regionale per reindustrializzare l'area, dando seguito allo strumento dell'accordo di programma. Le misure attive e le opportunità da cogliere sono diverse e per presentare tutto il complesso di azioni in corso e risorse disponibili, il 31 gennaio si svolgerà a Carrara un seminario presso la sede della Camera di commercio sugli incentivi nazionali e regionali disponibili per il rilancio produttivo dell'area. Ci stiamo muovendo in più direzioni e adesso con questi due bandi ci sono circa 14 milioni di euro a disposizione».