Oggi | 3 gennaio 2019 12:57

Colussi: «Puntiamo sulla Toscana»

Colussi guarda alla Toscana come a una delle basi produttive strategiche del gruppo a livello mondiale. Con l'obiettico di continuare a investire e assumere. Nell'area industriale di Sambuca, in Val di Pesa nel comune di Tavarnelle (Firenze), l'azienda umbra realizza una parte dei prodotti da forno e tutta la gamma dei dolci tipici senesi (distribuiti con i marchi Sapori e Pepi), e dà lavoro a 200 persone, sulle oltre 2mila a livello globale (di cui mille in Italia).

«Il nostro impianto in Toscana è strategico», conferma Angelo Colussi, presidente del gruppo che nel 2018 ha realizzato ricavi consolidati per circa 400 milioni. «Insieme alla fabbrica di Perugia, è uno dei nostri due siti per i prodotti da forno e contiamo di continuare a investire e assumere, anche se il mercato italiano è abbastanza fermo e le prospettive migliori di sviluppo sono all'estero, dove infatti stiamo crescendo rapidamente».

Colussi ha investito 50 milioni in Russia (pastifici) e quest'anno punterà su Messico, Thailandia (cornetti) e Indonesia (biscotti). «Anche l'Italia e in particolare la Toscana ci interessano e siamo pronti a cogliere le opportunità d'investimento che si dovessero presentare, oltre che implementare quello che abbiamo», spiega l'imprenditore umbro. Che aggiunge: «Siamo anche aperti a collaborazioni». Negli anni passati, Colussi aveva pensato di entrare nel comparto dell'olio proprio in Toscana, ma l'occasione di rilevare il marchio Carapelli sfumò.